1975
LJ50

Un potente ma regolare motore due tempi a tre cilindri
I primi due modelli LJ avevano avuto molto successo in Giappone, ma Suzuki sapeva che la serie aveva bisogno di un motore più grande per affrontare tutti gli altri paesi. Come risultato di ciò, l’LJ50 è stato equipaggiato con un motore due tempi raffreddato ad acqua a tre cilindri da circa 550cc di cilindrata che
garantiva maggiore potenza.
Un altro cambiamento importante è stato
il montaggio esterno della ruota di scorta. L’LJ50 è stato inizialmente un modello per l’export ed è stato venduto in più di tre volte i paesi dei suoi predecessori. Soprattutto in Australia, si è presto guadagnato la reputazione di veicolo perfetto per il tempo libero. Nel 1976, dopo che il Giappone ha rivisto le sue regole relative alle mini-car, Suzuki ha iniziato a commercializzare anche nel mercato giapponese un modello derivato dal LJ50 dal nome SJ10 (noto anche come Jimny55).
Motore:
2 tempi, raffreddato ad acqua,
con 3 cilindri (di tipo LJ50)
Cilindrata:
539 ccMax.
Potenza:
33CV / 5.500 giri/min max
Coppia:
5,85 kg-m / 3.500 giri/min
Alesaggio x corsa:
61,0 mm x 61,5 mm
Sospensioni:
con molle a balestra
Lunghezza x larghezza x altezza:
3.180 mm x 1.295 mm x 1.710 mm
Passo:
1.930 mm
Carreggiata (anteriore / posteriore):
1.090 mm / 1.100 mm
Peso senza conducente:
700 kg (con motore a benzina e cambio manuale)
Le specifiche tecniche possono variare da un mercato all’altro.